In base alla dieta offerta al maiale, possiamo distinguere tra il Cebo iberico, il Cebo iberico o Ghianda iberica. Gli iberici di Cebo sono così chiamati perché ingrassati con mangimi nelle fattorie, da cui il loro nome «Cebo».

Immagine risultante del prosciutto ibericoAbbiamo già spiegato che ci sono tre tipi di Prosciutti iberici secondo la loro dieta ma, a differenza di quelli di Ibérico de Cebo o Ibérico de Campo, la produzione di Iberico de Bellota è limitata. In Spagna, intorno a 1,4 vengono prodotti milioni di prosciutti di Iberico Bellota ed è impossibile produrre di più. Perché? Molto semplice, perché l'attività dei pascoli e il loro numero di alberi sono controllati in modo che non possano nutrire più dei maiali iberici 700,000.

I maiali destinati alla produzione di Iberico de Bellota NON mangiano solo ghiande. Come abbiamo già detto, questi maiali si nutrono dei pascoli quando fanno la stagione Montanera e, oltre alle ghiande, mangiano tutti i tipi di prodotti naturali ed erbe.

I maiali iberici sono tutti quelli che hanno, almeno, un padre di questa specie che di solito è la madre. La razza suina bianca che incrocia con i maiali iberici è il Duroc, perché la sua genetica permette di preservare le caratteristiche dei maiali della nostra penisola.

Se combiniamo la dieta basata sulla ghianda e il 100% della purezza della razza iberica, otteniamo come risultato prosciutti iberici di ghianda 100%, detti anche prosciutti Pata Negra.

Ma perché si chiamano Pata Negra?

Perché gli zoccoli dei maiali iberici e le loro zampe possono essere neri, ma questo non deve essere necessariamente così. Può capitare che un maiale iberico non abbia un elmetto nero e che, al contrario, un maiale bianco lo abbia. Quindi, se vuoi essere guidato dal colore per sapere se stai acquistando un prodotto reale, lascia che ti dica una cosa: è un errore. La cosa migliore che puoi fare è guardare la composizione delle gambe del prosciutto, non il suo tono. Se sono lunghi e stilizzati, sei di fronte a un autentico prosciutto iberico.

In contrasto con quanto si crede, il fatto che il prosciutto iberico abbia macchie bianche non significa che sia in cattive condizioni, Ma il contrario! Questi segni bianchi nel prosciutto sono cristalli di tirosina e rivelano che il processo di stagionatura del prosciutto iberico è stato eseguito correttamente.

Infine, una curiosità legata all'accoppiamento con il cibo del prosciutto: NON deve essere sempre accompagnato da vino rosso; In effetti, il vino bianco è meglio! Il vino bianco ha un sapore più dolce del rosso, quindi, invece di mascherare il sapore del prosciutto, migliorerà le sue sfumature. in Solric Consigliamo di berla con vini come la camomilla o la cava e, se la abbini a bastoncini di pane, pulirai sempre il tuo palato e potrai goderti tutte le sfumature del prosciutto iberico in ogni boccone!

Conoscevi queste curiosità sul prosciutto iberico? Bene, ora, sì. Come dice il proverbio, non andrai a letto, senza sapere un'altra cosa!

Puoi venire e provare il Prosciutto iberico tagliato a mano al SolRic di Tarragona, Via Augusta, 157.